admin

About admin

This author has not yet filled in any details.
So far admin has created 14 blog entries.

Case Study: Correzione lesione di 1°grado del LCM

2019-04-11T10:18:57+00:00

Paziente crossfitter donna, di 27 anni Anamnesi: durante un allenamento ha subito un trauma distorsivo in valgo del ginocchio destro nella fase di discesa nell’esecuzione di un box jump (salto a piedi pari su un cubo di legno alto 50 cm). Esame obiettivo: ginocchio leggermente gonfio, dolore alla palpazione del legamento collaterale mediale, test in valgo debolmente positivo. Diagnosi: lesione di 1°grado del LCM confermata dallo studio ecografico. Trattamento: nelle prime sedute è stata effettuata Tecarterapia e in seguito è stato applicato il Kinesio Taping per drenare il ginocchio e ridurre il dolore. Inizialmente con applicazione linfatica (immagine 1), successivamente con tecnica EDF per il derma (immagine2). In seguito, sono stati effettuati: trattamento manuale sul legamento, esercizi per il rinforzo dei muscoli che stabilizzano mediamente il ginocchio (vastomediale e adduttori) ed esercizi per limitare funzionalmente il valgismo (extrarotatori d’anca). In questa fase è stato utilizzato il Kinesio Taping con applicazione muscolare per stimolare il vasto mediale e con applicazione muscolare sugli adduttori e sul medio gluteo (immagini 3 e 4). Post trattamento sono stati effettuati esercizi di squat bipodalico ed esercizi propriocettivi. A circa 20 giorni dal trauma l’atleta ha ricominciato a fare squat monopodalici, esercizi propriocettivi bi-monopodalici e ha iniziato a fare i primi salti. In questa fase è stata eseguita un’applicazione legamentosa sul LCM per migliorare la percezione e la stabilità attiva del ginocchio durante l’esercizio fisico (immagine 5). PRODOTTI IN  VETRINA Per ogni dubbio [...]

Case Study: Correzione lesione di 1°grado del LCM2019-04-11T10:18:57+00:00

L’efficacia di Kinesio taping nel recupero dal dolore muscolare a insorgenza ritardata: uno studio crossover

2019-03-26T09:42:26+00:00

Nei corsi di formazioni, una domanda che spesso ci rivolgono è : “ Il Kinesiotape aumenta la forza muscolare ?” o più in generale : “Che effetti ha il Kinesiotape sul lavoro dei muscoli ?”. A questo proposito è uscito un interessante articolo pubblicato nel mese di Marzo su “J Sport Rehabilitation”, che riguarda le capacità o meno di un miglior recupero muscolare attraverso applicazioni di Kinesitape. Di  seguito è brevemente descritto nelle sue modalità di esecuzioneCONTESTO: Kinesio taping (KT) è una tecnica di trattamento molto popolare utilizzata nel processo di recupero; tuttavia, in letteratura scientifica, non esiste un reale consenso sulla sua efficacia.OBBIETTIVO: Per indagare se l'applicazione di KT del retto femorale dopo DOMS migliora il recupero dei dolori muscolari, edema e prestazioni fisiche.PARTECIPANTI : Ventidue atleti maschi amatoriali sani hanno partecipato a questo studio.DESIGN: Studio randomizzato e crossoverAMBIENTAZIONE: Laboratorio di prestazioni umane Universitario (Faculty of Health Sciences, Department of Physiotherapy and Rehabilitation, Eastern Mediterranean University, Famagusta, Cyprus)INTERVENTI : I partecipanti hanno eseguito un protocollo di esercizio che induce DOMS. Hanno compiuto due prove distinte, con o senza KT. Il periodo di washout tra le prove era di 6 sett. Per la condizione KT, è stata utilizzata la tecnica di inibizione KT e applicata immediatamente dopo l'esercizio bilaterale sul retto femorale.          DATI MISURATI : Intervallo di movimento, dolore muscolare ed edema sono stati misurati al basale, 30 minuti, 24, 48 e 72 ore dopo l'esercizio. Il bilanciamento dinamico, lo sprint e il salto [...]

L’efficacia di Kinesio taping nel recupero dal dolore muscolare a insorgenza ritardata: uno studio crossover2019-03-26T09:42:26+00:00

Applicazione di Kinesio Taping per il diaframma anteriore e posteriore per il trattamento di singhiozzo intrattabile dopo stroke ischemico. Case report.

2019-01-08T08:40:28+00:00

Razionale: i meccanismi patofisiologici del sistema nervoso centrale come lo stroke ischemico possono essere associati a singhiozzo intrattabile. Il singhiozzo intrattabile può generare conseguenze potenzialmente fatali, questo richiede una gestione sicura in struttura riabilitativa ospedaliera ponendo un approccio multidisciplinare per ottimizzare la funzione motoria e la capacità d’alimentazione. Valutazione del paziente: un uomo di 49 anni presentatosi nel dipartimento di pronto soccorso lamentando vomito e vertigini. Diagnosi: una tac cerebrale rivela un moderato infarto cerebrale, acuto, nel territorio postero inferiore dell’arteria cerebellare. La condizione clinica che  richiede l’uso di un sondino percutaneo per l’alimentazione ha sviluppato un’importante e intrattabile singhiozzo valutato 7/10 con strumento per la valutazione del singhiozzo al momento del ricovero nel reparto ospedaliero. Il punteggio di misurazione nella scala dell’indipendenza funzionale ha dato un valore 2 (assistenza massima), il cammino valore 1 (totalmente assistito) , salire scale non era possibile all’interno della struttura riabilitativa per ragioni legata alla preoccupazione e alla sicurezza,  la capacità di alimentazione aveva valore 1 (totalmente assistita). Modalità di trattamento: è stato applicato il Kinesio taping per il diaframma anteriore e posteriore al 6 giorno di ricovero ospedaliero nel tentativo di inibire lo spasmo del diaframma e il singhiozzo intrattabile poiché il trattamento farmacologico non era stato efficace in quest’ambito. Risultati: la strumento di valutazione del singhiozzo intrattabile che aveva dato un risultato 7/10 in 6a giornata di ricovero, ha evidenziato  0/10 in 8a giornata. Il kinesio è stato riapplicato ogni tre o cinque giorni. [...]

Applicazione di Kinesio Taping per il diaframma anteriore e posteriore per il trattamento di singhiozzo intrattabile dopo stroke ischemico. Case report.2019-01-08T08:40:28+00:00

Allenamento dell’equilibrio in ballerini di danza moderna: allenamento propriocettivo-neuromuscolare rispetto al Kinesio Taping

2018-12-18T14:51:42+00:00

In questo studio dell’agosto 2018 si è voluto mettere a confronto gli effetti del Kinesio Tape e degli esercizi propriocettivi, entrambi utilizzati per aumentare l'equilibrio nei ballerini. Lo scopo di questo studio era di: a) determinare l'effetto immediato dell'applicazione del kinesio tape (KT) sull'articolazione della caviglia sull’equilibrio, b) investigare gli effetti di un programma di allenamento propriocettivo-neuromuscolare (PN) di 8 settimane sulla prestazione dell'equilibrio e c) confrontare i loro effetti rispetto alle sole lezioni di tecnica di danza moderna. Trentatre studenti universitari di danza moderna (9 maschi, 24 femmine) sono stati divisi casualmente in tre gruppi: kinesio tape (KT, n = 11), propriocettivo-neuromuscolare (PN, n = 11), o controllo (n = 11). Differenti test sono stati eseguiti prima e dopo l’intervento: test Statico (en dehors a occhi aperti / relevé e en dehors a occhi chiusi / piede piatto), test semi-dinamico (test dell’aeroplano) e test di bilanciamento dinamico (monopodalico in posizione neutra e monopodalica di en dehors occhi aperti/piede piatto). Un giorno dopo i test, al gruppo KT è stata applicata la tecnica di correzione meccanica KT sull'articolazione della caviglia sinistra (gamba di supporto) e sono stati ripetuti test per determinare l'effetto immediato del Kinesio Tape. Il gruppo PN ha partecipato a un programma di allenamento di equilibrio di 8 settimane (2 giorni / settimana, 60 minuti / giorno) che coinvolgono esercizi che utilizzano superfici stabili e instabili. Miglioramenti significativi sono stati osservati per tutti i test di equilibrio statico e dinamico [...]

Allenamento dell’equilibrio in ballerini di danza moderna: allenamento propriocettivo-neuromuscolare rispetto al Kinesio Taping2018-12-18T14:51:42+00:00

White Medical & Beauty con New Master e KTA Italia, il top della formazione!

2018-12-05T14:48:57+00:00

White Medical & Beauty, New Master e Kinesio Taping Assosiation Italia sono lieti di annunciare che hanno stipulato un accordo per la gestione e l’organizzazione dei corsi formativi Kinesio Taping, che si terranno a partire dal 2019. White Medical & Beauty si occuperà della presentazione e della distribuzione del marchio e dei prodotti Kinesio in Italia, fornendo supporto commerciale e di marketing. Grazie alla grande esperienza maturata da New Master, nell’organizzazione di corsi specifici per ogni ambito della fisioterapia e della riabilitazione, riusciremo a garantire uno standard qualitativo di formazione ancora più elevato. New Master si occuperà in toto della gestione organizzativa e logistica dei corsi, mentre per la didattica ci affideremo, come di consueto, alla KTA Italia: l’associazione italiana degli istruttori certificati Kinesio, al top europeo e mondiale nell’insegnamento delle tecniche di Kinesio Taping. Resta sintonizzato sui nostri canali, a breve pubblicheremo la lista definitiva dei corsi in partenza per il primo semestre 2019. Ti aspettiamo! White Medical & Beauty                                                 New Master                                                              KTA Italia PRODOTTI IN  VETRINA I NOSTRI CORSI Per ogni dubbio o richiesta CONTATTACI ORA

White Medical & Beauty con New Master e KTA Italia, il top della formazione!2018-12-05T14:48:57+00:00

Confronto tra splint e Kinesio Taping nel trattamento della sindrome del tunnel carpale: uno studio prospettico randomizzato

2018-11-06T09:11:07+00:00

Lo scopo di questo studio era di studiare e confrontare l'efficacia degli splint e del Kinesio Taping (KT) come forme di trattamento per pazienti con sindrome del tunnel carpale (CTS) idiopatica da lieve a moderata valutando i sintomi, i risultati elettrofisiologici e la funzionalità delle mani. Questo studio prospettico, randomizzato, in singolo cieco ha incluso 44 pazienti (58 mani) affetti da CTS idiopatica da lieve a moderata secondo gli studi sulla conduzione nervosa (NCS). I pazienti sono stati randomizzati in due gruppi e valutati prima del trattamento e 6 settimane dopo il trattamento, considerando i risultati dell'esame fisico, degli studi sulla conduzione nervosa (NCS), il livello funzionale misurato secondo il Boston Carpal Tunnel Questionnaire (BCTQ) e la gravità dei sintomi. Quando sono state confrontate le differenze in entrambi i gruppi prima e dopo il trattamento, i risultati hanno evidenziato che nel gruppo con il KT, c'è stato un miglioramento statisticamente significativo rispetto al gruppo con lo splint in termini di cambiamenti elettrofisiologici, risposte provocatorie al test, gravità dei sintomi BCTQ e punteggi riguardanti il livello funzionale. Dai risultati ottenuti possiamo dire che il KT può aiutare a prevenire il progredire ulteriore della malattia nella CTS idiopatica lieve e moderata, quando applicato in tempo, usando la tecnica appropriata e sia una buona alternativa allo splint in termini di compliance del paziente. PRODOTTI IN  VETRINA I NOSTRI CORSI Per ogni dubbio o [...]

Confronto tra splint e Kinesio Taping nel trattamento della sindrome del tunnel carpale: uno studio prospettico randomizzato2018-11-06T09:11:07+00:00

Il Kinesio Taping corregge l’eccessivo valgismo dinamico del ginocchio? Uno studio randomizzato controllato a doppio cieco

2018-10-01T09:57:38+00:00

Introduzione: I deficit nel controllo neuromuscolare del cingolo dell'anca possono causare un eccessivo valgismo dinamico del ginocchio che porta a lesioni al ginocchio, in particolare lesioni LCA negli sportivi. Sebbene il Kinesio Taping (KT) sia noto per migliorare la funzione, la stabilità e la propriocezione, l'evidenza non è convincente sulla sua efficacia negli atleti. In questo studio è stato ipotizzato che il KT possa migliorare il controllo neuromuscolare dell'articolazione dell'anca causando una riduzione del valgismo dinamico del ginocchio Obiettivo: Determinare se l'applicazione del KT sul muscolo medio gluteo possa correggere l'eccessivo valgismo dinamico del ginocchio e migliorare la forza dell'abduttore dell'anca rispetto al gruppo di controllo. Metodo: Nello studio sono stati reclutati 40 atleti di livello collegiale, di età compresa tra 18 e 28 anni, di entrambi i sessi, con presenza di valgismo dinamico del ginocchio (> 8° per gli uomini e > 13° per le donne). Sono stati esclusi dallo studio gli atleti che hanno sofferto di lombalgia o subito lesioni in passato o che sono stati sottoposti a un intervento chirurgico agli arti inferiori durante l'ultimo anno. I soggetti che hanno soddisfatto i criteri di inclusione sono stati randomizzati nel gruppo KT e nel gruppo di controllo. Il Drop Jump Test e il Donatelli Drop Leg Test (DDT) sono stati eseguiti prima dell'applicazione del KT, immediatamente dopo l'applicazione e dopo tre giorni. Risultati: C'è stata una significativa riduzione del valgismo dinamico del ginocchio sia negli uomini [4,0 ° (95% CI [...]

Il Kinesio Taping corregge l’eccessivo valgismo dinamico del ginocchio? Uno studio randomizzato controllato a doppio cieco2018-10-01T09:57:38+00:00

Perché Kinesio Taping è migliore rispetto ad altri metodi di taping per il miglioramento della performance funzionale di caviglia?

2018-08-29T09:55:10+00:00

Perché Kinesio Taping è migliore rispetto ad altri metodi di taping per il miglioramento della performance funzionale di caviglia?  Review sistematica e meta-analisi Questa meta-analisi, elaborata da Wang e i suoi collaboratori, pubblicata nel 2018 nella rivista Clinical rehabilitation, è un buon lavoro di revisione sull’efficacia del Kinesio Taping rispetto ad altri metodi di taping, in ambito di traumatologia sportiva. Sebbene ci sia stato un numero crescente di studi sull'effetto del Kinesio Taping per lombalgia cronica, infortuni sportivi, traumi muscoloscheletrici, forza muscolare, rigidità spinale, e funzione del ginocchio, c'è ancora una carenza di studi sul Kinesio Taping per la performance funzionale della caviglia e rimane attualmente carente una recensione sistematica sull'efficacia del Kinesio Taping per le distorsioni di caviglia. Questa meta-analisi mira a esaminare sistematicamente gli studi clinici, compresi quelli randomizzati controllati, che hanno confrontato l'effetto del Kinesio Taping (intervento), sulla performance funzionale della caviglia (risultati), con quella di altri Metodi di taping (confronti), in individui (partecipanti) sani o in trattamento con instabilità di caviglia per esito di trauma in distorsione. L’ ipotesi era che il Kinesio Taping non fosse superiore a altri metodi, incluso il taping atletico, rispetto alle prestazioni funzionali della caviglia, in atleti sani e post distorsione. È stata eseguita una ricerca in database elettronici (MEDLINE, Embase, Cochrane Library e China National Knowledge Infrastructure) per gli studi pubblicati fino al 31 marzo 2018 utilizzando le seguenti parole chiave: caviglia, Kinesio Taping, KT e tape. Criteri di inclusione erano: Soggetti: [...]

Perché Kinesio Taping è migliore rispetto ad altri metodi di taping per il miglioramento della performance funzionale di caviglia?2018-08-29T09:55:10+00:00

Kinesio Taping e trattamento pressorio manuale

2018-08-29T09:00:24+00:00

Effetti a breve termine in soggetti con trigger point miofasciali Journal of Hand Therapy 2015 Spesso durante i nostri corsi abbiamo ricevuto domande su come un’applicazione di Kinesio Taping possa essere integrata con il trattamento manuale dei trigger point. Ecco un’interessante ricerca. Si tratta di uno studio randomizzato. Lo scopo dello studio è stato di investigare gli effetti di un trattamento pressorio manuale (MPR) e della stessa modalità terapeutica, con l’aggiunta di un’applicazione di Kinesio Taping (MPR/MKT) in soggetti con trigger point attivi sul trapezio superiore. I criteri di misurazione e valutazione sono stati, la soglia di dolore legata alla pressione, la rigidità muscolare, e un esame meccano-miografico tutti misurate, all’inizio della sperimentazione, alla fine e dopo 7 giorni dalla conclusione. La Sindrome del dolore miofasciale (MPS) è caratterizzata dalla presenza di trigger point e di dolorabilità fasciale. Sappiamo che i TP sono dei punti irritabili associate ad una tensione a banda, di un muscolo scheletrico che danno dolore alla compressione e allo stiramento. La disfunzione può comprendere, dolore, dolenzia, fenomeni autonomici e disfunzioni motorie. La debolezza muscolare e importanti limitazioni nel range of motion dei muscoli coinvolti, possono, in prospettiva, portare a differenti tipologia di disabilità. Il trattamento pressorio manuale è stato proposto secondo le indicazioni della metodica codificata da Travell e Simons. Le tecniche utilizzate sono state, compressione ischemica, spray and stretch, trattamento pressorio manuale, uso di aghi secchi e terapie fisiche. Il trattamento pressorio manuale dei trigger point può [...]

Kinesio Taping e trattamento pressorio manuale2018-08-29T09:00:24+00:00

Dolori cervicali, 5 rimedi per alleviarli

2018-04-11T14:42:28+00:00

Il 60% degli italiani, oggi, avverte dolori cervicali molto intensi dovuti soprattutto allo stress, alle ore passate davanti al computer e alla vita sedentaria. In particolare, 6 persone su 10 soffrono di questo disturbo che colpisce indistintamente uomini e donne di qualsiasi età. Questo dolore è anche chiamato cervicaglia, che consiste nell’indolenzimento della cervicale, un tratto della colonna vertebrale composto da 7 vertebre tenute tra loro da muscoli e legamenti. Il male al collo provoca dolori alla testa, vertigini, intorpidimento, formicolio ed è causato molto spesso dalla postura scorretta, dallo stress e colpi di freddo; in casi più acuti, invece, può essere causato da colpi di frusta, ernie e altri. Cosa fare per risolvere il problema e attenuare il dolore? Innanzitutto, bisogna richiedere un consulto specialistico dal proprio medico di fiducia, con eventuale TAC e risonanza magnetica. Una volta fatto questo, esistono 5 modi per alleviare i sintomi: Fisioterapia, sia la manipolazione del terapista che esercizi specifici sono estremamente efficaci. In genere, i trattamenti che vengono consigliati sono: trazioni, calore, freddo e manipolazioni. Collare, è un rimedio naturale che sfrutta un apposito collare caldo per ridurre il dolore e gli spasmi muscolari e si consiglia di non tenerlo per più di 48 ore. Eseguire esercizi di stretching, per mantenere in movimento la colonna cervicale. Questi esercizi, sono studiati appositamente per il collo e servono per muovere la colonna in tutte le direzioni per distendere i muscoli. Usare farmaci da banco come il paracetamolo [...]

Dolori cervicali, 5 rimedi per alleviarli2018-04-11T14:42:28+00:00