Tutti noi abbiamo sentito parlare di queste “fascette” colorate, oppure le abbiamo viste sul corpo dei nostri atleti preferiti; ma sappiamo davvero come agiscono?

Il Kinesio Taping è una terapia momentanea basata sull’applicazione di una membrana elastica che consente di alleviare il dolore, ma non produce effetti positivi su di esso a lungo termine.

La nostra epidermide è dotata di una serie di ricettori nervosi che, se vengono sottoposti ad una serie di stimoli esterni, comunicano con i muscoli sottostanti. Di conseguenza, in base a come vengono posizionati, i tape possono inibire un muscolo contratto o facilitare il flusso linfatico, diminuendo i dolori nella cura degli ematomi.

Nello specifico, il Kinesio tape decomprime la pelle e i tessuti sottostanti, provocando grinze su entrambe le superfici e producendo tre effetti principali:

Effetto fluido, attraverso il sollevamento della pelle, consente un aumento del flusso sanguineo e linfatico dell’area di applicazione e permette la rapida rimozione delle sostanze che generano dolore;

Effetto meccanico: le proprietà elastiche del tape sono simili a quelle della pelle e dei muscoli, questo va ad aggiungere più stabilità, elasticità e consapevolezza all’allungamento dei muscoli, legamenti e tendini;

Effetto neurologico: la decompressione riduce la pressione e la compressione sulle terminazioni nervose sottocutanee, limitando il dolore.

In base alle tipologie di applicazione, esso genera effetti diversi; se, per esempio, è necessario un’applicazione decompressiva, il tape andrà a migliorare l’elasticità muscolare, la circolazione sanguinea e diminuirà il dolore.

Se, invece, l’applicazione necessaria è di tipo compressiva, esso andrà a migliorare la prestazione muscolare e la stabilità articolare.

Il Kinesio Taping ha lo stesso approccio terapeutico della terapia manuale, ma a differenza di quest’ultima, l’effetto dura fin tanto che la benda è applicata alla pelle.

L’applicazione varia da tre a cinque giorni, salvo quelle fatte a scopo agonistico, che devono essere rimosse al termine della competizione.

I tape non contenendo farmaci al loro interno ed, essendo prettamente realizzati in cotone, non generano degli effetti collaterali.

Infine, è necessario aggiungere che il bendaggio non può essere applicato in maniera autonoma poiché bisogna avere una buona conoscenza anatomica per poter fasciare le zone giuste, ragionamento clinico per individuare i sintomi e sapere come agire in meglio ed è necessario conoscere i metodi di applicazione per giovare a pieno degli effetti positivi dell’applicazione.

Per ogni dubbio o richiesta